PMI nordEst

Leadership

6 modi per essere fortunato

fortuna

Svariati imprenditori credono che il proprio successo sia dovuto in parte a un pizzico di fortuna, identificabile a volte come una cena da cui è scaturita un’idea meravigliosa a un evento dove si è conosciuto un contatto molto valido durante la coda per il caffè. Inutile dirlo, moltissimi credono nella fortuna.

Ma siamo realisti: la fortuna non è una scienza. Non puoi prevederla. Nonostante questo ci sono svariati imprenditori, autori e anche ricercatori che hanno cercato di capire cosa renda qualcuno fortunato.

Eccoti ora alcuni spunti per coltivare la tua fortuna.

1. Sii Umile.

Parte del processo per arrivare alla fortuna, afferma l’autore e finanziatore Athony Tjan, passa attraverso l’aumento della propria influenza. E il miglior modo per arrivarci è grazie a qualcosa che non ti verrà subito in mente: l’umiltà. Aggiunge poi: “La gente può confondere l’umiltà per debolezza ed evitarla per non perdere il potere percepito… Puoi fare più amici in due mesi mostrandoti interessato agli altri piuttosto di quanti potresti farne in due anni aspettando che gli altri si interessino a te.

2. Tirati su le maniche.

Questo potrà sembrare abbastanza ovvio per coloro che si considerano già fortunati. Secondo un sondaggio condotto da Linkedin, un buon 70 percento degli intervistati ha affermato che una solida etica del lavoro è la prima cosa a rendere un imprenditore fortunato. Ma per lavorare sodo, hai anche bisogno di capacità tecniche. Ma solo una metà degli intervistati dello stesso sondaggio ha affermato che sia fondamentale per essere fortunati.

3. Sii generoso.

Tjan scrive ancora: “Non perdere la generosità; piuttosto, usala in modo appropriato. Sii mentore per gli altri, connettiti con le attività della tua comunità oppure, semplicemente, dì qualche grazie in più. Fai più cose senza pensare troppo al potenziale scambio di valore, pensala come un ricambiare un favore aiutando qualcun altro. Agire così funziona sempre nel lungo periodo e in più ci si sente bene ad essere generosi”.

4. Sii pronto.

Jim Collins, autore di O meglio o niente, ha affermato che se uno non può prevedere la fortuna, la domanda da porsi è: “Hai un buon ritorno in fortuna?”. Un un saggio per il New York Times ha rivelato questo concetto come esempio. Ha scritto: “Migliaia di persone avrebbero potuto fare quanto ha fatto Bill Gates, nello stesso momento. Ma non lo hanno fatto… Quanti hanno cambiato i propri piani di vita, dormito pochissimo, quasi aver evitato di mangiare perché il pranzo non interferisse col lavoro, per dedicarsi completamente a scrivere un linguaggio di programmazione per gli antenati dei personal computer? Non è fortuna, è ritorno in fortuna”.

5 Mostra il “pelo sullo stomaco”.

Chi meglio di Steve Jobs può meglio mostrare che credere nei propri istinti è probabilmente il miglior modo per essere fortunati nel futuro? Nel suo famoso discorso durante la cerimonia di laurea a Stanford ha affermato: “Non puoi connettere i punti guardando avanti; li puoi connettere solo guardando indietro. Solo in questo modo potrai credere che i punti potranno connettersi in futuro. Hai bisogno di credere in qualcosa, i tuoi istinti, il destino, il karma, qualsiasi cosa. Questo approccio non mi ha mai tradito e ha fatto la differenza nella mia vita”. Aggiungi a questo che la metà degli intervistati nel sondaggio di Linkedin ha affermato che “usare l’intuito” è stato un importante fattore di successo per la loro carriera.

6. Credi di essere fortunato.

Credere semplicemente di essere fortunati già da solo può creare risultati positivi. Uno psicologo di un’università americana ha effettuato un test con due gruppi di persone: uno che si riteneva “fortunato”, e l’altro che si riteneva “sfortunato”. Ha dato ad entrambi un giornale e chiesto a tutti di scrivere quante foto ci fossero in quel numero nel più breve tempo possibile. Le persone “fortunate” sono state in grado di dare la risposta in secondi, molto più velocemente del gruppo “sfortunato”. Perché? Nella seconda pagina del giornale c’era una pubblicità con scritto “Fermati, ci sono 43 fotografie in questo giornale”.

Lo psicologo poi ha concluso affermando: “Le persone sfortunate perdono le opportunità perché sono troppo focalizzate a cercare altro. Vanno alle feste con l’intento di trovare il partner perfetto e perdono l’opportunità di fare ottimi amici. Guardano nei giornali alla ricerca di annunci di lavoro e, come risultato, non vedono le pubblicità di altri tipi di lavoro. Le persone fortunate sono molto più rilassate e aperte e, in finale, vedono cosa c’è da vedere piuttosto che solamente cercare come dei forsennati”

Liberamente tradotto e adattato da Inc. Magazine

Tagged ,

Related Posts